Piccola dissertazione

Alcuni giorni orsono ho litigato con un’amica.
A me litigare non viene bene, e se ho poco tempo mi viene ancora peggio.
Comunque, non è questo che importa (qui).
Il fatto è che viviamo tempi sciatti.
Poveri, e non per la crisi economica.
Poveri di dignità, di spessore interiore, di senso.
Poveri di tempo, e di attenzione.
Ora, io non credo che uno si debba necessariamente alzare dal letto avendo l’obiettivo di rendere il mondo migliore; però credo che debba sforzarsi di fare al meglio quello che può: e soprattutto quello che sa fare bene.
Se ha la possibilità e la capacità di parlare e scrivere bene, che lo faccia; sembra una scemenza, e forse una singola frase (chessò, “sono preso male”), isolata, lo è: ma alla lunga io credo che sia uno sforzo che si ripaga.
Che ripaga se stessi, ma che arricchisce anche tutti gli altri, tutti coloro con i quali si ha a che fare.
Viviamo di gesti, ma viviamo anche di parole: e che chi le sa usare si sprechi, questo è un piccolo reiterato...

Leggi tutto l'articolo