Piero Angela compie 90 anni: la moglie Margherita e i figli Alberto e Christine

Tanti auguri Piero Angela! Il più famoso e apprezzato divulgatore scientifico italiano festeggia il prestigioso traguardo del novantesimo compleanno.
Nato a Torino il 22 dicembre del 1928, figlio dello psichiatra Carlo e di Maria Luigia, Piero Angela è da oltre cinquant'anni uno dei protagonisti della televisione italiana più amati dal pubblico.
A lui si riconosce il portamento elegante, la voce pacata, l'humour garbato ed il suo eloquio chiaro, grazie al quale è riuscito a rendere popolare in Italia il tema della divulgazione scientifica.
La sua carriera in Rai è iniziata come cronista del Giornale Radio.
Nel 1954, con l'avvento della televisione in Italia, è passato poi al telegiornale in qualità di corrispondente, prima a Parigi e poi a Bruxelles.
Il nome di Piero Angela, però, è inevitabilmente legato alle sue due creature più note: dal 1981 ha preso il via la sua rubrica scientifica intitolata Quark, a cui nel 1995 ha fatto seguito la versione estesa chiamata Superquark.
Dal 2000, assieme al figlio Alberto, è autore di Ulisse, un programma tv documentaristico incentrato sulle scoperte storiche e scientifiche.
Oltre ad Alberto, Piero Angela e la moglie Margherita Pastore hanno un'altra figlia: Christine.
Della sua vita privata, il divulgatore scientifico ha parlato nel corso di un'intervista concessa al Corriere della Sera nel 2016: "Margherita si è occupata di tutto - ha svelato -, io non ho fatto niente.
[...] Famiglia e lavoro sono entrambi importanti, ma chi è disoccupato vive una situazione psicologica molto dura.
Quindi è importante avere un lavoro.
Se poi si può avere quello che si ama è il massimo".
Piero Angela ha anche svelato di aver registrato le nascite dei suoi due figli Alberto e Christine: "L'8 aprile 1962 ero a Parigi.
È nato mio figlio! - ha raccontato -.
C’era un referendum per l’indipendenza dell’Algeria e feci il collegamento Rai di sera.
Stetti con mia moglie Margherita al mattino, al momento del parto.
Abbiamo registrato la nascita di Alberto, l'avevamo fatto anche per Christine, nel 1958.
C'è ancora la registrazione audio.
Quelli sono momenti magici, è un'emozione che rimane per tutta la vita.
L'ostetrico era vietnamita, si chiamava Levankin.
Praticava il parto indolore, cioè una tecnica psicologica basata sulla respirazione e sulla collaborazione della paziente".
Piero Angela - Fonte: Ansa

Leggi tutto l'articolo