Piero Ciampi cantautore e uomo

Piero Ciampi o dell’arte di vivere






Diceva Fabrizio De Andrè, uno che di canzone d’autore se ne intendeva, “bisogna pagar pegno a Piero Ciampi”. Tuttavia, l’autore di Adius, tra i più originali e intensi e della scena musicale italiana, rimane, ancora oggi, sconosciuto ai più e quasi dimenticato. “Livornese, anarchico e comunista”, per sua stessa definizione, ha vissuto una vita fatta di eccessi e dissipazione di sé e del suo talento. Una sorta di Bartleby della canzone che sembra costantemente sottrarsi alle esigenze dello spettacolo e agli infingimenti della vita all’affannosa ricerca di autenticità e verità.
Proprio questa costante ricerca di autenticità lo porta a confondere, in pieno stile beat, arte e vita. La sua vita diventa, in questo modo, un’opera d’arte misteriosa e travagliata quanto l’arte che l'ha ispirato costantemente. Come scrive Maurizio Cucchi, nella prefazione al libro Ho solo la faccia di un uomo: “Ho sempre pensato che ciò che conta è l’opera e che ...

Leggi tutto l'articolo