Piero Grasso nel mirino della Mafia

Nell'anniversario della Strage di Via D'Amelio del 19 luglio 1992, dove persero la vita Paolo Borsellino e gli agenti della scorta, ci giunge una notizia che è un campanello d'allarme.
Secondo fonti più o meno accreditate la Mafia starebbe pensando di tornare a far parlare di se con una strage simile a quelle del 1992.
Ripetiamo, prendiamo questa notizia con tutte le dovute precauzioni, ma l'obiettivo principe di un nuovo attentato mafioso sarebbe l'attuale Procuratore Nazionale Antimafia Piero Grasso.
La domanda che ci sorge è perché proprio adesso? In un periodo che da anni la Mafia è ritornata invisibile? La risposta è possibile trovarla analizzando l'attuale clima politico del paese.
E' in pieno fermento lo scandalo della P3, degli appalti e corruzioni dei politici e si intravede il tramonto politico dell'attuale Governo Berlusconi.
Quale migliore fattore di coesione nazionale di un attentato in stile Falcone e Borsellino? Sembra che tutto sia ormai deciso e, ripetiamo, le fonti parlano anche di pezzi di servizi segreti deviati.
Segnaliamo la notizia, non certo per fare scoop, ma per permettere a chi protegge il Procuratore Nazionale Antimafia di prendere gli opportuni provvedimenti per garantire la massima sicurezza.

Leggi tutto l'articolo