Pillola - Perché raccontare/raccontarsi?

Le persone si fanno male, tanto quanto si fanno bene, è l'effetto dell'interazione.
  Così nel Reale, così nel Virtuale.
La domanda da farsi è una sola: Perché raccontare/raccontarsi?   La risposta, la mia, senza pretese di generalità, si lega a tante componenti.
  Interesse a sperimentare l'interazione virtuale, hobbistico studio antropologico.
Interessanti dinamiche che si scatenano …   L'impennata di passaggi, commenti, visite al blog, messaggi privati, mail, se li correli alla tipologia degli argomenti trattati, ci ritrovi tante dicotomie:   Pubblico/privato, gossip/filosofia, buonismo/cinismo.
  Queste cose me le studio, mi diverte, m'aiuta a interpretare il mondo, a capire quanto non mi piace.
  Utile perché, non potendo modificarlo, ne prendo le misure, per tentare di continuare a vivere, il più serenamente possibile.
 

Leggi tutto l'articolo