Pininfarina

7 agosto 2008: la famiglia Pininfarina è colpita da un grave lutto.
Andrea Pininfarina, presidente e amministratore delegato della storica carrozzeria torinese, muore sul colpo in un incidente stradale alle porte di Torino.
E’ un marito, un papà di tre figli che muore a 51 anni.
Ma che cos’è la Pininfarina? E’ una delle più importanti aziende italiane nel settore delle carrozzerie per automobili.
Nasce a Torino il 22 maggio 1930 sotto il nome di Società anonima Carrozzeria da Battista Farina, chiamato Pinin Farina.
L'azienda sorge come una piccola attività artigianale dedita alla costruzione di carrozzerie su ordinazione di facoltosi clienti privati.
In particolare fino alla metà del '900 la società si fece conoscere per la costruzione artigianale e in piccola serie di carrozzerie particolari progettate su meccaniche dell'Alfa Romeo, della Lancia e della FIAT.
In seguito alla seconda guerra mondiale Pininfarina concepì il suo primo grande successo mondiale presentando nel 1947 la Cisitalia 202, prima autovettura ad essere esposta al MOMA (il Museo d’Arte Moderna) di New York.
In seguito a questo successo la sua fama accrebbe a dismisura abbattendo le barriere nazionali.
Negli anni '50 inizia la vera e propria trasformazione da struttura artigianale ad una vera realtà industriale.
Inizia la collaborazione con la Peugeot ed alla fine degli anni 50 il grande salto con l'importante commessa per conto della Alfa Romeo di 27.000 Giulietta Spider.
Nel 1961 l'azienda passa sotto la direzione di Sergio, figlio del fondatore, designer anch'egli di fama mondiale.
Il decennio 1960-1970 risulta essere quello più proficuo per quanto riguarda la creazione di modelli molti dei quali definiti "leggendari" come: l'Alfa Romeo Spider "Duetto", la Dino 246 e le Fiat "124 Sport Spider" e "Dino Spider".
Nel 1967 la Pininfarina si trasferisce negli stabilimenti di Grugliasco e qui per volere di Sergio Pininfarina si inizia ad investire pesantemente in innovazione e ricerca tecnologica: prima con la creazione del Centro di Calcolo e Disegno e, in seguito, con la costruzione di una galleria del vento in scala naturale, la prima in Italia per le autovetture e una delle poche allora esistenti al mondo.
I risultati di questi sforzi sono: la Ferrari Daytona, la 308 GTB, la 365 e la 400i, la Fiat 130 Coupé, la Lancia Beta Montecarlo e le Lancia Gamma Berlina e Coupé.
Intorno al 1980 dalla produzione di sole carrozzerie su telai di altri, l'azienda inizia a produrre intere vetture tra le prime prodotte ricordiamo: la Fiat Campagnola e [...]

Leggi tutto l'articolo