Pino che ha resistito a mare può morire

(ANSA) – GENOVA, 28 DIC – Il “pino della Carega”, simbolo della resistenza alla mareggiata che il 29 ottobre ha distrutto porti e la strada per Portofino, rischia di morire.
Il mare ha sbriciolato parte della base dove le radici traevano nutrimento.
Molte sono all’aria e l’azione del salino sta portando il pino ad essiccarsi.
L’allarme è dell’associazione ‘Amici del monte di Portofino’ che chiedono a ambientalisti e istituzioni di provare a salvare il pino.
“Perdere il pino – dicono – sarebbe anche un danno d’immagine”.
L’appello è rivolto in particolare al Comune di Santa Margherita.
Il ‘pino della Carega’ è un pino di Aleppo cresciuto sullo scoglio della Carega (sedia) che si trova tra Santa Margherita e Portofino.
Il sindaco di Santa, Paolo Donadoni, lo aveva eletto a “simbolo di un popolo e di una terra che fa corrispondere alla fragile bellezza una enorme forza”.
Dopo la mareggiata il pino era stato rappresentato in un adesivo simbolo della resistenza alla furia del mare e alla voglia di quel territorio di ripartire.