Piove...

...infatti stasera, tornando dalla sala, mi son bagnato un po': ho attraversato otto chilometri con una pioggia fitta che non mi ha concesso attimo di tregua.
La pioggia è sempre occasione di riflessione, di riappacificazione con sé stessi.
Mi ha appena chiamato Mario, che suonava con noi fino a settembre.
Era in partenza per Milano.
Da quando si è trasferito a Firenze è diventato un desaparecido.
Però speriamo di vederci presto, vorrebbe sentirci suonare con la nuova formazione.
Secondo me un pizzico di nostalgia ce l'ha...
Molto bella e spaziosa la sala dove abbiamo suonato stasera.
Mi sono un po' alterato in "The more you ignore me..." perché non riuscivo a trovare la tonalità giusta per attaccare e la scarsa coesione tra gli strumenti mi mandava ancora più fuori.
Poi finalmente dopo una pausa i ragazzi hanno anche azzeccato la velocità giusta ed è venuta.
Ci sono altri ritocchi da fare sul brano dei Belle & Sebastian, che è stato il più gettonato di stasera.
Io ho cantato seduto (dietro la batteria inutilizzata) e ho cercato di concentrarmi sulla voce e sulla respirazione, facendo arrivare il fiato appena sui reni.
Da questo punto di vista il pezzo più difficile è proprio quello dei Belle, malgrado possa sembrare così semplice.
Insomma un bel banco di prova.
I suoni sono stati ottimi.
Mi è piaciuto molto.
Ora ci ritroviamo con una, al massimo altre due prove e poi -è deciso- registreremo questo demo in supporto cd da mandare ai vari locali della città.
Intanto Antonio giovedì suona per Emergency con Alvaro, ma io non ci sarò perché mi fa strano sentir cantare i "miei" brani da un altro, canzoni che per un certo periodo ho sentito intimamente legate a me.
Dopo questo concerto Antonio dovrebbe concentrarsi su di noi.
Intanto Pierpaolo si prepara alle feste di Natale e ci lascerà per una ventina di giorni per andarsene in Brazil...Vedendo che è una testa un po' calda, spero che torni e non faccia cose avventate.
Lui scherzando ha risposto che se resta ci dà il numero di un altro ragazzo che è bravissimo con le congas...Scherzava? Spero proprio di sì.
A presto.

Leggi tutto l'articolo