Pirati della strada: carabiniere ucciso a Torino

Il Messaggero.it - 09 giu 12:42  Pirati della strada: carabiniere ucciso a Torino A Como un romeno muore travolto: due fermati ROMA (9 giugno) – Due vittime dei pirati della strada nel Nord Italia.
Un pirata ha causato la morte, questa mattina alle 8.30 a Torino del maresciallo capo dei carabinieri Giovannino Sechi, 42 anni, in servizio al Nucleo Radiomobile.
L'incidente è avvenuto sulla tangenziale di Torino, all'altezza del casello di Bruere.
Il maresciallo, a bordo della sua moto, si stava recando al lavoro in città quando il furgone lo ha sbattuto contro il guard-rail, proseguendo poi la sua corsa e dandosi alla fuga.
Romeno ucciso nel Comasco.
Un automobilista è stato fermato perché sospettato di aver travolto e ucciso senza poi fermarsi un romeno di 19 anni, Ian Coman che andava in bicicletta nel Comasco.
Il corpo senza vita del ragazzo è stato trovato da una guardia giurata, lungo la stradale novedratese, nel comune di Carimate.
Nessun testimone è stato rintracciato, le indagini si sono avvalse solo delle dichiarazioni delle prostitute che si trovano nella zona. Il fermato si era presentato alla caserma dei carabinieri con un amico per denunciare il furto della vettura, una Bmw, che poi è stata ritrovata.
Anche l'amico, che pare si trovasse sulla vettura al momento dell'incidente, è stato fermato.
Sono tutti e due italiani e abitano nella zona.

Leggi tutto l'articolo