"Pode entrar?"

"Pode entrar? Sim,Pode!" - Ottobre missionario "dentro" con Don Sandro Spinelli.
Sulla soglia di una casa brasiliana, per farsi annunciare, si battono le mani.
Poi, quando ci si accorge della presenza di qualcuno si domanda .
L'immancabile risposta è .
Sabàdo: 17 outubro 2009.
Fortaleza-Cearà: ore tre del mattino.
Sono sbarcato da poco compilando innumerevoli questionari compreso quello della grip suina.
In questo viaggio ho proprio constatato le concrete peripezie del last-minute d'un volo low cost.
Non è il jet lag che mi da fastidio ma la sommatoria dei ritardi, l'ora indecente e l'impossibilità di comunicare con chi mi aspettava ore fa, anche se non conosco il portoghese! Su queste stesse poltroncine, anni fa in compagnia, ho già bivaccato altre ore e ore di attesa.
I braccioli mi accolgono come pellegrino conosciuto: sembrano piccole braccia di Morfeo.
Marina, dell'organizzazione Spinelli, non può esserci in piena notte.
Ha lei il biglietto e fra un'ora apre il ceck-in per Teresina.
Poi tutto si risolve con un bel sospirone: un caffè insieme un abbraccio e un saluto con l'arrivederci fra una settimana.
Poverina, è venuta in aeroporto cinque volte da ieri pomeriggio! L'ennesima conferma dell'ospitalità e disponibilità brasiliana.
A Teresina-Piauì giungo in perfetto orario.
Oltre la vetrata scorgo Don Sandro.
Non mi sento in forma.
Sarà il viaggio? Col suo vecchissimo pick-up subito via per il Centro Comunitario di Canaà nel Maranhao dove c'è anche il suo eremo.
Canaà si trova a cinquanta km.
da Teresina e ci si arriva attraverso i lunghi ponti del Rio Parnaìba che fa da confine di stato.
Sono qui per uno scopo ben preciso (vedasi V.A.
dello scorso mese di novembre sotto il titolo "Don Sandro, una vita in difesa degli uomini").
Non c'è un attimo da perdere: voglio vivere intensamente questi momenti per poterli descrivere agli amici e stare con lui per ogni eventualità.
"So già" che non è affatto convinto di presenziare alla cerimonia.
Ritrovo Jùlio che con Francisco manda avanti Canaà.
Jùlio ha due bambini che conosco: Natanaele e Valeria che cinque anni fa era in braccio alla mamma Jainana.
Il Centro Comunitario.
E' occupato da un bel gruppo - quasi tutte ragazze - con alcuni responsabili d'una  chiesa pentecostale.
Di "chiese" il Brasile è pieno.
Loro sono qui in ritiro sul tema "Incontriamo Dio".
Canaà è una sorta di sito ecumenico dove molti gruppi e sette protestanti si alternano.
Curiosamente i cattolici, a cui appartiene, sono i meno assidui.
Il giorno seguente a pranzo tutti noi [...]

Leggi tutto l'articolo