Poesia: Canto d'amore a Stalingrado di Pablo Neruda

Canto d'amore a Stalingrado Nella notte il contadino dorme, ma la mano  sveglia, affonda nelle tenebre e chiede all'aurora: alba, sole del- mattino, luce del giorno che viene,  dimmi se ancora le mani più pure degli uomini  difendono la rocca dell'onore,! dimmi aurora, se l'acciaio sulla tua fronte rompe la sua forza...

Leggi tutto l'articolo