Poesia - Almeno qualcosa è di tutti …

Qualcuno che la sa lungami spieghi questo mistero:il cielo è di tutti gli occhidi ogni occhio è il cielo intero. È mio, quando lo guardo.È del vecchio, del bambino,del re, dell'ortolano,del poeta, dello spazzino. Non c'è povero tanto poveroche non ne sia il padrone.Il coniglio spauritone ha quanto il leone. Il cielo è di tutti gli occhi,ed ogni occhio, se vuole,si prende la luna intera,le stelle comete, il sole. Ogni occhio si prende ogni cosae non manca mai niente:chi guarda il cielo per ultimonon lo trova meno splendente. Spiegatemi voi dunque,in prosa od in versetti,perché il cielo è uno soloe la terra è tutta a pezzetti.   Veramente belle parole,non mie,di una poesia di Gianni Rodari,Il cielo è di tutti. 

Leggi tutto l'articolo