Poesie di Giorgio Bongiorno

Giorgio Bongiorno
Quando il Mare è un Canto
Intonano Maria I tuoi sereni versi Quello struggente cantico del mare Nel viaggio celeste dell’aurora Verso il rogo del giorno sull’orizzonte Sento sugli irti scogli il tenue sospiro Delle onde inquiete Della battigia Dolce carezza sulla sabbia inerte Del crepuscolo dorato Sulla mia pelle scorre Nel greve brivido della tempesta L ’aspra vita dei marinai La severa insidia del maestrale Il sublime intenso azzurro della bonaccia I tuoi aironi sgomenti La danza dei gabbiani Ali d’avorio Nel teatro ceruleo del cielo Tormentato da insistenti nuvole grigie Evoluzioni libere di cristalli impregnati di stelle Il cammino lucente Ed il vacuo stupore della luna Sulle gemme incastonate nel mistero Muto della notte I lontani inesplorati spazi dell’arcano Illuminato dal bagliore dei diamanti Dell’intaglio superbo di sirene incantate Il profumo inebriante dei fiori Il ricamo dei gigli La saggia follia dell’avventura L’angoscia amara del distacco La speranza ...

Leggi tutto l'articolo