Politica: botta e risposta...

  Governatori del Nord contro immigrati: "Stop ai nuovi arrivi".
Maroni diffida i sindaci lombardi dall'accogliere altri arrivi: "Altrimenti subiranno conseguenze".
Toti: "Non accoglieremo altri migranti".
Zaia: "Esodo biblico, basta".
Eppure, il segretario leghista, Matteo Salvini, fino a poco tempo fa, si rivolgeva all'elettorato italiano, facendo un'inversione di rotta dalla vecchia linea politica della Lega, parlando dei problemi in chiave nazionalistica.
Oggi, invece, i suoi esponenti parlano di nuovo in chiave nordista: le (povere) regioni del sud, debbono farsi carico da sole dell'emergenza migranti.
Se Salvini non li metterà in riga, minacciando conseguenze in seno al movimento, dimostrerà di essere il buffone incoerente che, ai più accorti, è sempre parso d'essere: e pensare che Tosi è stato espulso per qualcosa che, secondo lo statuto della Lega, era un suo diritto...
Ma da chi prima cantava cori razzisti, da stadio, contro i napoletani, cosa ci si può aspettare? Da chi ha cominciato a fare politica a 17 anni, nella Lega più becera della storia, quale reale cambiamento può realmente fare? Il sciùr Salvini, ha più volte dimostrato d'essere un ignorante, con le sue numerose gaffes (...), ma ora sta dimostrando d'essere anche un bieco approfittatore del reale disagio diffuso...
*            *            * Mafia Capitale, Orfini: “Nel Pd c’è stata una guerra fra bande”.
Le opposizioni chiedono il passo indietro del primo cittadino di Roma dopo gli arresti nell'ambito dell'inchiesta per il business dei migranti.
(...) Le opposizioni, dalla Lega Nord al Movimento 5 Stelle non accettano però le giustificazioni.
E chiedono che si torni alle elezioni.
"Ora se ne vada subito, ha detto il leader della Lega Nord Matteo Salvini (...) Ora, magari non capisco nulla, ma siamo sicuri che mandare a casa l'unico amministratore, non importa di che partito, che abbia cercato di spezzare lo strapotere mafioso-politico-affaristico, della metropoli capitolina, sia veramente il bene per la città ed i suoi cittadini? Ricordando che nelle intercettazioni veniva detto chiaramente, che l'attuale sindaco, Ignazio Marino, era d'ostacolo ai traffici illeciti, non è oltremodo assurdo che sia lui a pagare per quanto hanno fatto altri? Teniamo presente che in primis i suoi avversari (anche quelli del suo partito), hanno messo in piedi questo sistema criminale e che hanno sempre cercato di denigrarlo, di ostacolarlo...
E, comunque, al di là delle denigrazioni, dei buchi di bilanci che lo ostacolano [...]

Leggi tutto l'articolo