Pontignano (SI): Il Chianti dei Colli Senesi

Si è svolta la scorsa domenica 24 Febbraio, presso i locali della Certosa di Pontignano, la prima anteprima dei Chianti Colli Senesi, evento che ha segnato l’esordio assoluto del Consorzio senese sul palcoscenico della tradizionale settimana dei vini toscani. Alle degustazioni, iniziate in mattinata, hanno partecipato numerosi giornalisti e operatori del settore, molti dei quali provenienti da paesi asiatici, aree commercialmente emergenti e particolarmente attente al brand chianti. Diciotto le aziende ospitate nelle due sale: Allegretti; Az.Agr.
"La Selva" - Istituto Tecnico Agrario; Bindi Sergardi; Campochiarenti; Campriano; Casale di Giovanni Borella; Castel di Pugna; Fattoria Montepescini; Fattoria Poggiarello di Brini G.; Il Ciliegio di Pattaro S.
& Figli; Il Colombaio; La Vigna; Montechiaro di Alessandro Griccioli; Podere La Castellaccia; Salcheto Srl; San Giorgio a Lapi; Umberto Tortorella; Vecchia Cantina di Montepulciano. Nel pomeriggio poi, l’evento ha visto il piacevole intervento di Siena Tv e di Canale Tre, che si sono alternate intervistando i vari produttori, il presidente del Consorzio Cino Cinughi de Pazzi, nonché il sindaco di Castelnuovo Roberto Bozzi, tra gli ospiti della serata.
Soddisfatto quindi Cino Cinughi de Pazzi, che si dice speranzoso per il futuro del comparto enologico e si sofferma sul valore che il Consorzio senese detiene soprattutto rispetto alla ripresa e sostegno dell’economia locale, specialmente in un periodo come questo.“Grazie alla politica di promozione d’immagine che il Consorzio sta perseguendo – dice Cinughi - stiamo osservando una certa ripresa, sia in termini di visibilità del brand, che in termini strettamente economici, sia sul territorio che a livello internazionale, come infatti testimonia la presenza all’anteprima di diversi ospiti cinesi e coreani. Da diverso tempo infatti il Consorzio sta intraprendendo numerose azioni di promozione volte a valorizzare un marchio tipicamente senese e che si vuole distinguere come tale.
Eventi giovani e di largo appeal, studiati appositamente per avvicinare il pubblico a questa etichetta, che fa del rapporto qualità prezzo la sua carta vincente, poiché si tratta di un vino di buona qualità per una docg generalmente fatta da piccole produzioni che si attengono rigidamente alle regole dettate dal disciplinare.
Questo perché il Chianti Colli Senesi, come racconta il suo nome, è il vino che meglio rappresenta il brand Siena, in quanto il territorio di produzione è interamente racchiuso nella Provincia senese. In [...]

Leggi tutto l'articolo