Porta i fiori sulla tomba della madre e poi si butta dalle scale del cimitero

  TRAGEDIA AL VERANO.
Alla base del gesto estremo della donna di 62 anni forse la solitudine e lo stress di un recente trasloco     Il cimitero monumentale del Verano (foto Ap) Ha portato i fiori.
Li ha sistemati con cura davanti alla lapide dove riposano le spoglie della madre.
Poi si è lanciata nel vuoto da un'altezza di almeno 13 metri, giù dalla tromba delle scale di una cappella del cimitero monumentale del Verano a Roma.
È probabilmente l'ultimo atto di un dramma della solitudine, il suicidio di una donna di 62 anni, il cui corpo è stato scoperto dagli addetti del cimitero domenica mattina all'apertura del camposanto.
LA RICERCA DEI FAMILIARI - La donna, secondo i carabinieri della stazione San Lorenzo che stanno cercando di trovare un parente o un amico della donna, era nel cimitero da sabato.
I carabinieri hanno trovato il corpo coperto da un grembiule.
La salma sarà sottoposta ad autopsia, ma sembra molto probabile che si tratti di un suicidio.
La donna ha abitato per lungo tempo nella zona di San Pietro e recentemente si era trasferita altrove: nessuno dei vecchi vicini di casa, però, è stato ancora in grado di indicare ai carabinieri il nuovo indirizzo.
«Era una donna sola, senza figli - spiega un carabiniere - e forse lo stress del trasloco, il cambiamento di quartiere, di abitudini oltre alla solitudine, sono stati fatali per la sua situazione psicologica».

Leggi tutto l'articolo