Post di L'anomalia

“Come sei bella…"Io non ero bella, ero normale…avevo le occhiaie di quella giornatail mio odorino stantio di ufficio,la voce rauca di ore trascorse al chiuso.Il mio corpo infilato nella città era un corpo qualunque, infagottato di abiti e pensieri.Ce ne andavamo verso casa abbracciati,tra le vetrine che spegnevano leluci e la genteche camminava veloce sui marciapiedi.Mi bastava stringermi alle sue ossa per sentirmi in pace.M.
Mazzantini   

Leggi tutto l'articolo