Post di L'atrabilioso

Oggi parlo di questo libro, "M" di Scurati, perchè è uno di quei libri - non lo so se vi è mai capitato di incontrarne - che non ti lascia nemmeno quando lo hai posato sul comodino per metterti a dormire, e che non vedi l'ora di riprenderlo in mano la sera, o quando puoi.
Infatti sono più di 800 pagine ma lo si divora.La storia, è noto, è quella di Mussolini, ma osservato in una chiave inedita, nascosta fino ad oggi, ovviamente romanzesca ma perfettamente verosimile: tutti, infatti, ci siamo imbattuti almeno una volta in quei filmati di repertorio (quelli "dal balcone", diciamo) in cui il dittatore ostenta la voce roboante e il gesticolare caricaturale e pagliaccesco; ma questa volta possiamo davvero sentire l'uomo "pensare" nella sua dimensione più intima, possiamo spiarne le esitazioni e la doppiezza, possiamo misurare il rovello rabbioso dell'avventurista diffidente con tutti.
Ora, io non lo so se M.
dica qualcosa di noi, di quello che siamo diventati.
Sicuramente sì, e n...

Leggi tutto l'articolo