Post di Notte e nebbia

Appunti di diario
Sbagliare abbigliamento in un giugno così "rovente" proprio come si sta manifestando questo attuale mese d'estate, può essere davvero pericoloso per la propria incolumità fisica, in più dovrei aggiungere che ho dovuto aspettare 15 minuti abbondanti un autobus, e mentre lo facevo, con la mia mise sbagliata, cantavo tra me e me una canzone di Vasco Rossi: - Io non ti aspetto più (Io no?), il mio vero desiderio riguardo i mezzi pubblici dei quali non avrei voluto davvero servirmi in quel momento.
Così, mentre una parte delle facoltà mentali in mio possesso, sotto ad un sole cocente, erano impegnate a ricordarmi e a cantare mentalmente la canzone di Vasco Rossi:
Quando penso come
alla fine mi hai ridotto tu
non capisco dove mi ci avresti si
portato tu
Quando penso come
mi hai preso in giro però
non capisco come
sia difficile sbagliare più
Io no..Io no
Io non ti lascerò mai
Io no..Io no...Sarai te!
Io non ti aspetto più Yeeee
Un'altra parte cercava di ricordarsi il ...

Leggi tutto l'articolo