Prato: 10 giovani artisti

  Si parte domani con la maratona Prato-Sarajevo Art Invasion, che porterà nella città toscana, fino al prossimo 12 giugno, le incursioni d’arte di 10 giovani artisti (italiani e bosniaci) per rimettere la città nel mood di essere luogo di discussione e di scambio.
Si parte con il Vissi d’Arte di Virginia Zanetti, che grazie al "bel canto” pucciniano farà rivivere aree della città dove la bellezza sembra essere uscita di scena; poi Gaetano Cunsolo che lavorerà con i ragazzi dell’oratorio di Sant’Anna per l’autocostruzione di un rifugio, mentre l’intreccio con le due città (Prato e Sarajevo appunto) sarà evidente con l’azione di Valentina Lapolla, che il prossimo 5 giugno permetterà agli spettatori di fare un tour nella città toscana scoprendo i monumenti della capitale della Bosnia.
Lana Čmajčanin e Bojan Stojčić, artisti balcanici in residenza a Prato sono invece i protagonisti, insieme a Francesca Banchelli, della quarta e ultima tappa di avvicinamento al progetto: una tavola rotonda organizzata dalla curatriceŠpela Zidar, intitolata "Creatività - la grande scommessa”, che insieme al curatore Stefano Pezzato, all’artista Chiara Bettazzi e all’economista Irene Sanesi, rifletterà sul tema della creatività in tempo di crisi.
E poi anche Emma Grosbois, Lori Lako, Giacomo Laser e Giulia Del Piero, Olga Pavlenko, tutti insieme a costruire un laboratorio che il prossimo 12 giugno muterà in un vero e proprio percorso urbano, dalle 17 a mezzanotte, durante il quale tutte le opere e le azioni saranno visibili al pubblico.
Con un grande opening, of course! Per riconsegnare al futuro le idee, e una nuova identità.
exibart

Leggi tutto l'articolo