Prato: Non solo stoffe, ma anche turismo.....

Il turismo come fonte di nuove economie.
Si è costituito presso l’Unione Commercianti di Prato il primo consorzio provinciale del turismo, “Prato in terra di Toscana”.
L’obiettivo è promuovere il territorio e dare impulso ad un settore che può essere la carta vincente di una città che non è solo tessile ma anche cultura, arte, storia, enogastronomia, tradizioni.
Il consorzio “Prato in terra di Toscana” sta già lavorando a forme di promozione e commercializzazione del “prodotto Prato” anche in attesa di nuove adesioni da parte di tutti quei soggetti che rivestono un ruolo nel settore turistico a livello provinciale così da garantire la massima rappresentatività non solo per quanto riguarda la ricettività, ma anche la ristorazione, l’organizzazione di visite guidate, la conoscenza del territorio che è in grado di offrire eccellenze enogastronomiche, monumenti, cultura, tradizioni, storia, ambiente, commercio.
Insomma, dalle parole ai fatti: “Prato in terra di Toscana” rappresenta quella cabina di regia necessaria a sviluppare forme di turismo di cui fino ad oggi si è sempre parlato.
Uno dei principali scopi del consorzio è quello di avviare un’attività di incoming in modo da mettere sul mercato, attraverso i tour operators, pacchetti turistici completi il più possibile, allettanti e ricchi di opportunità: pernottamenti (almeno 2-3), itinerari alla scoperta del territorio e delle sue bellezze, visite a musei e monumenti, partecipazioni agli eventi che il periodo offre (fiere, feste patronali, iniziative varie, mostre, avvenimenti).
Attraverso il consorzio, il turista potrà per esempio organizzare spostamenti in tutta la provincia, acquistare biglietti per l’ingresso ai musei, conoscere orari dei servizi, consultare materiale informativo sulla città, entrare in contatto con gli uffici pubblici.  La costituzione del consorzio è un tentativo di vedere Prato e la sua provincia come meta turistica, approfittando anche della sua posizione geografica assolutamente strategica (vicinanza al capoluogo di regione e a città già lanciate a livello di promozione).
La sfida attraverso cui misurare la potenzialità del consorzio è senza dubbio legata al “grande evento” in programma il prossimo autunno: banco di prova importantissimo che richiede una lunga fase di preparazione (dalle prenotazioni alla logistica) e promozione del territorio in modo da richiamare il più alto numero di visitatori italiani ed esteri.
Il tema del “grande evento” è affascinante, il binomio Prato-Russia e [...]

Leggi tutto l'articolo