Preferirei che i giornalisti si astenessero da questo tipo di definizioni.Toghe rosse contro camicie verdi,che non fanno altro se non incancrenire la mente nei cliché.

Toghe rosse contro camicie verdi.Il Congresso di Md si apre nel segno identitario anti-Salvini.
Migranti, legittima difesa, decreto sicurezza: bocciate le politiche leghiste.All'ingresso il manifesto dice già tutto.
È una vignetta di Vauro.
C'è un magistrato, che poggia la sua toga sulle spalle di un migrante.
Sopra campeggia il titolo: "Il giudice nell'Europa dei populismi".
Il XXII congresso di Magistratura democratica (le toghe rosse, si sarebbe detto qualche lustro fa), stressa fino all'ennesima potenza - per programma e per toni nei panel - il contrasto contro l'attuale governo, giallo o verde che sia.
E lo fa in un momento in cui Md e Area, il gruppo unitario dentro cui confluisce sia in Consiglio superiore della magistratura sia nell'Associazione nazionale magistrati, vive un momento particolarissimo.
"Non ti credere che le cose siano poi così complicate - la mette giù semplice uno dei congressisti mentre fuma una sigaretta - viviamo lo stesso clima di smarrimento che vive la ...

Leggi tutto l'articolo