Premier Finlandia, non sarò più leader'

(ANSA) – HELSINKI, 9 MAR – Il dimissionario premier centrista della Finlandia, Juha Sipila, che ieri si è dimesso e ha annunciato la crisi del suo governo di alleanza tripartito dopo la ‘bocciatura’ della riforma sanitaria, ha annunciato che non si ripresenterà come leader del suo partito.
I sondaggi danno infatti il suo Partito di Centro al 14% nei sondaggi, in declino, a solo un mese dalle elezioni politiche del 14 aprile: “Con questo tipo di consenso, sicuramente non correrò come candidato alla presidenza del partito” nel congresso del 2020, ha dichiarato alla tv di Stato YLE.
Sipila, che guidava la coalizione di governo a tre dal 2015, ha annunciato ieri le sue dimissioni, e quelle dell’intero esecutivo, dopo la cocente bocciatura della sua ambiziosa riforma sanitaria, che nelle intenzioni doveva sensibilmente ridurre i costi per la salute, così come una revisione del welfare, a sua volta fallita lo scorso febbraio.
La Finlandia dal primo luglio prossimo avrà presidenza di turno dell’Unione europea.