Presentazione volume Frate Francesco di Grado Giovanni Merlo

Lunedì 13 gennaio 2014 alle ore 18,00 nell’auditorium di palazzo Montani (piazza Antaldi, 2 – 61121 Pesaro), nell’ambito della serie “Incontri a palazzo Montani” proposta dalla Società pesarese di studi storici in collaborazione con il Comune di Pesaro (Assessorato alla Cultura) e la Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, con l’intervento dell’Autore viene presentato il volume     Frate Francesco  (pp.
182, il Mulino, 2013)   di Grado Giovanni Merlo.
  L’Autore, storico del Cristianesimo medievale, ricostruisce l’esperienza umana e religiosa di frate Francesco, nella concretezza della società – civile ed ecclesiastica – del suo tempo: gli inizi del secolo XIII.
Una ricostruzione filologica, basata su fonti e documenti.
Ma è un lavoro tutt’altro che semplice: «Le cospicue dimensioni delle fonti intorno al santo d’Assisi non conoscono paragoni – scrive l’Autore – in riferimento alla documentazione relativa ad altri pur famosi santi dei secoli centrali del medioevo: fonti che sono redatte non solo per celebrare una santità, ma soprattutto in funzione delle dure lotte che avvenivano all’interno dell’Ordine dei Minori per legittimare i vari orientamenti religiosi».
Partendo dagli “scritti” del santo d’Assisi le pagine di Grado Giovanni Merlo, uno dei maggiori studiosi di Francesco e del francescanesimo,  offrono un ritratto documentato del “Francesco storico”, oltre che del santo, della “costruzione” della sua santità, delle metamorfosi che la sua figura subisce passando dalla Legenda beati Francisci di Tommaso da Celano (1229 circa) e dalla Legenda major di Bonaventura da Bagnoregio (1260 circa) fino ai giorni nostri, per es.
con i due film di Liliana Cavani, dove il santo ha avuto prima il volto di Lou Castel (1966), poi quello di Mickey Rourke (1989).
Grado Giovanni Merlo, dal 1982 associato di Storia della Chiesa medievale e dei movimenti ereticali presso l’Università degli Studi di Torino, nel 1987 è stato chiamato nell’Università degli Studi di Milano, dove nel 1990 è diventato ordinario di Storia della Chiesa medievale e dei movimenti ereticali, passando in seguito all’insegnamento di Storia del cristianesimo.
Presso l’ateneo di Milano ha ricoperto e ricopre numerosi incarichi e ha fatto parte del Senato accademico.
È stato inoltre presidente dell’Accademia Tudertina – Centro di studi sulla spiritualità medievale di Todi; dal 1994 è presidente della Società internazionale di studi francescani con sede in Assisi ed è socio ordinario [...]

Leggi tutto l'articolo