Prima Pagina. Filicudi, il porto dei misteri

Il costruito o affondato porto di Filicudi potrebbe diventare una pagina inquietante nella storia degli appalti eoliani.
Se è stato pagato, vuol dire che è stato ultimato e sopra tutto collaudato.
Oppure è la storia dell’ospedale di Agrigento che si ripete.
Vuol dire che i lavori sono finiti nei tempi contrattuali.
Che tutto è regolare perchè nessun politico, nessun controllare, nessun ufficio tecnico ha avuto niente da ridire.
E’ proprio così ? Per paura, forse, molti filicudari tirano il cassone (per restare in tema) e nascondono la mano.
Da tanto si parla e si sparla di questo appalto assegnato (si immagina con comparsa su tre quotidiani nazionali) e controllato e vagliato da apposita commissione che non avrà subito nessuna influenza politica.
Fra i documenti presentati c’era anche la certificazione antimafia? Il dubbio, sono sempre le parole certe dell’ex sindaco di Lipari Mariano Bruno: “Eolie a rischio mafia”.
A cosa si riferiva ? Dalla precedente giunta all’attuale: “silenzio sempre siciliano” in porto assegnato...

Leggi tutto l'articolo