Prima linea, recensione di Biagio Giordano

La Prima linea, regia di Renato De Maria, scritto da Sergio Segio, anno 2009, Italia, con Riccardo Scamarcio, Giovanna Mezzogiorno, Fabrizio Rongione, Michele Alhaique, Lucia Mascino, Francesca Cuttica, Dario Aita, genere drammatico, durata 96 minuti.
Torino, carcere Le nuove, novembre 1989, un uomo di 35 anni racconta la propria storia, è Sergio Segio uno dei fondatori del gruppo armato Prima linea, la più forte organizzazione estremista dopo le Brigate Rosse.
Sergio Segio è entrato in clandestinità a metà degli anni ’70 nella convinzione che l'uso della violenza armata contro le istituzioni borghesi fosse una scelta necessaria per catalizzare l'attenzione del popolo oppresso e dargli coscienza della necessità di giungere a compiere una rivoluzione culturale, sociale, politica, economica, giudiziaria, caratterizzata da un nuovo umanesimo.
Diversi saranno i morti e i feriti, anche tra le fila di Prima linea, ma l'isolamento politico totale cui andranno via via incontro i suoi militanti...

Leggi tutto l'articolo