Problema Aritmia: Nuovi Episodi

Riassunto delle puntate precedenti: La pediatra, mesi fa (ma a me sembrano anni) notò che la mia piccola aveva una aritmia un po troppo accentuata.
Dopo vari periodi di visite, ansie e paure, i medici specialisti hanno sentenziato che la cosa va semplicemente tenuta sotto controllo.
A tal fine ci inserivano in un protocollo ospedaliero che, periodicamente, richiede di far eseguire tutte le analisi del caso.
Detto ciò, ieri ci siamo recati all'ospedale preposto per gli esami vari, e per rimettere quel dannato arnese, denominato Holter.
Tale congegno dovrà registrare l'andamento cardiaco per svariate ore, rimanendo quindi collegato sul petto della mia piccolina.
Arriviamo, e ci dicono di avvisare nel reparto che siamo pronti per iniziare gli esami.
Rispondono dicendo che un solo genitore può entrare con la bimba, e l'altro lo spediscono a pagare il ticket (indovinate chi è il povero sventurato).
A questo destino avrei sinceramente preferito un calcio dove fa più male.
Naturalmente non a causa del pagamento del ticket, sebbene anche questo incide sul benessere della parte che più fa male sopracitata, ma per il fatto che non poter star vicino alla mia cucciolina e sentirla perlopiù urlare da fuori mentre gli collegano fili ...è per me fonte di uno stress psichofisico rilevante (in altre parole MI SNERVO DA MORIRE!!!!).
Fortunatamente non impiegano molto.
La volta scorsa l'Holter, si era materializzato sottoforma di una macchina grande poco più di un lettore mp3, e che per questo si poteva inserire dentro la calzamaglia, in modo da non trovarselo sempre tra le scatole.
La piccola quasi non ci fece caso.
Le cose belle però, in genere, durano poco.
Stavolta sono uscite con un arnese che ricorda molto i vecchi walkman a cassette, con tanto di tracolla e metri di filo.
Ma dico ...ma vi siete accorti che la "paziente" ha poco più di 8 mesi? Risultato tra ieri e stamattina mi sono trovato questa cosa da dover mettere sulla spalla ogni volta che prendevo la bimba, con il patema di evitare di tirare e magari staccare i fili.
Lei che cercava di acchiapparlo e giocare con in fili ...insomma una faticaccia.
E vabè.
A parte questo, stamattina torniamo li per togliere il tutto ed avere il responso delle analisi.
Tralascio il traffico e la fila patita all'ospedale.
Il dottore ha detto che l'aritmia c'è, ci sono le extrasistoli sovraventricolari, ci sono gli aumenti di battito, ma non essendo il tutto continuativo, la cosa non è preoccupante e non richiede terapie.
Occorre solo rifare le visite tra 6 mesi, e rimettere quel [...]

Leggi tutto l'articolo