Progetto "Energia" - Cesena risparmia

Al via a Cesena un importante Progetto per promuovere il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili.
Vi siete mai chiesti, leggendo un fumetto o guardando un film con dei supereroi, quanta energia richiederebbe realmente volare a mille all’ora o correre come un fulmine, o ancora sollevare un palazzo con una sola mano? Probabilmente no.
Ma del resto molti di noi non si sono mai chiesti neppure quanta energia occorra per asciugarsi i capelli, cuocere la pasta, o riscaldare il nostro appartamento...
Da questa semplice considerazione è nata l’idea di un progetto, rivolto alle scuole medie di Cesena e  a tutta la cittadinanza, che punta a promuovere, in modo divertente e curioso, il risparmio energetico e le energie rinnovabili.
“L’obiettivo di questo progetto - spiega l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale Lia Montalti - è quello di sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza delle energie rinnovabili e del risparmio energetico, partendo da quanto di buono è già stato concretamente realizzato in questi anni nel Comune di Cesena, anche grazie all’azione di Energie per la Città Spa, promotrice dell’iniziativa, per poi allargare e approfondire la riflessione su questi temi, affinché essi possano diffondersi ulteriormente.” E bisogna riconoscere che effettivamente di interventi ne sono stati fatti numerosi negli ultimi anni.
Con la collaborazione di Energie per la Città, la Società che svolge anche l'attività di Energy management per conto del Comune di Cesena, sono stati infatti realizzati interventi di riqualificazione energetica su 83 edifici pubblici e installati impianti fotovoltaici sui tetti di 19 scuole del territorio, tutti monitorati costantemente con un moderno sistema di telecontrollo.
“Siamo molto orgogliosi della parte tecnica - precisa l’ing.
Davide Broccoli, Presidente di Energie per la Città Spa - ma a mio avviso questa da sola non è sufficiente se non è affiancata anche da una più profonda coscienza, personale e collettiva, rispetto all’importanza delle nostre scelte in questo ambito, che riguarda molti aspetti della vita quotidiana.
Sarebbe inutile installare un impianto fotovoltaico per poi lasciare le luci accese nelle aule vuote, oppure mettere i doppi vetri o convertire la vecchia caldaia con quelle di ultima generazione, se poi si tengono le finestre aperte sopra ai termosifoni.
Ridurre gli sprechi con azioni virtuose è la prima fondamentale fonte di energia! Per questo abbiamo deciso di finanziare questo importante progetto educativo e [...]

Leggi tutto l'articolo