Proteggere i propri dati personali (parte 1): i metadati

Prendo spunto dal post precedente per inaugurare una sorta di rubrica sull’importanza di proteggere i propri dati online. Alcuni post saranno più tecnici (ma nulla di particolarmente complicato), altri, come questo, si limiteranno a descrivere le minacce che a nostra insaputa raccolgono e diffondono informazioni che ci riguardano.
Quando si condivide una foto in Rete, tramite posta elettronica, social media o altro, è importante tenere presente che spesso vengono esposte molte più informazioni di quelle che vorremmo. Tali informazioni non sono immediatamente visibili all’utente, poiché si nascondono all’interno dei metadati, ossia blocchi di dati che riguardano altri dati.
Lo so, è una definizione un po’ rozza e semplicistica, ma vediamo di capirci qualcosa. La registrazione di una telefonata al nostro medico di fiducia è un dato, o meglio un flusso di dati. Tutte le informazioni aggiuntive raccolte intorno alla telefonata (quando è stata fatta, chi ha chiamato chi, quanto è durata ecc...

Leggi tutto l'articolo