Puoi guarire corpo e mente con i Campi Magnetici. La fisica quantistica dimostra che Tesla aveva ragione

    Oggi si pensa ai campi magnetici a livello medico solo come uno strumento diagnostico, ma la medicina, soprattutto in Germania ed Inghilterra,  si sta nettamente orientando verso le nuove applicazioni terapeutiche che le scoperte della fisica quantistica stanno portando alla luce.
Lo stesso Tesla più di 100 anni fa ne era a conoscenza e le provò su sé stesso.
Come riportato nel libro di Edoardo Segato, Tesla - Lo Scienziato Contro: "Nel corso delle sue ricerche Tesla comprese il valore stimolante e terapeutico delle alte frequenze e dei relativi campi magnetici sull'uomo, ma non brevettò mai nessun metodo o apparecchio.
Si limitò ad annunciarne la scoperta nel 1892-93 nelle conferenze che tenne tra Europa e America.
Tesla espose tutta una serie di possibili soluzioni terapeutiche non invasive.
Tra questi c'era un trattamento magnetico, oggi uno dei metodi più all'avanguardia.
Sono in molti a sostenere che entro breve sarà accessibile per tutti una medicina molto diversa, più radicale e meno invasiva, "senza fili", e soprattutto senza farmaci e senza aghi.
Tesla sviluppò infatti un modello di bobina di piccola taglia, definita anche "oscillatore terapeutico" che fu richiesto in molti ospedali da un elevato numero di specialisti e di medici che volevano sperimentarne gli effetti e indagarne l'interazione con il corpo umano dei campi magnetici.
Abbiamo già visto come Tesla stesso avesse già effettuato test medici con le sue innumerevoli apparecchiature.
Dopo l'incendio del laboratorio di East Houston Street l'inventore scampò alla depressione grazie alle innumerevoli ore di scariche elettriche rigeneranti a cui si sottopose giornalmente." Per chi non ne ha mai sentito parlare può sembrare strano ma chi è del settore conosce molto bene questo argomento.
Un mio amico sta lavorando ad un progetto contro la malaria, la cui sperimentazione sarà ultimata a breve ma già i risultati sono sorprendenti: in una gabbia di Faraday viene emessa una piccola forza elettromagnetica che in una o due sedute a seconda del grado di gravità, distrugge il plasmodio all'interno del globulo rosso.
E' meraviglioso, ma è incredibile che nessuno ne parli.
Il Dott.
Piergiorgio Spaggiari, fisico e medico di Milano, già docente universitario e ricercatore del CNR, in un'intervista aScienza&Conoscenza spiega: "A partire dalla scoperta della Risonanza Magnetica Nucleare, oggi è dimostrato che immergendo un corpo umano all'interno di un campo magnetico ottenuto dalla somma di un campo magnetico permanente ed un campo magnetico [...]

Leggi tutto l'articolo