QUANDO LA NATURA SI RIBELLA.. OFFESO IL CREATO DI NOSTRO SIGNORE:Tsunami e crolli, Giappone devastato «300 corpi in spiaggia» - Video|Foto

La disciplina della terra Tsunami e crolli, Giappone devastato «300 corpi sulla spiaggia» di Sendai Serie di scosse di terremoto fino a 8.9 gradi.
A Tokyo incendi e feriti.
Centrali nucleari, porti e aeroporto chiusi TOKYO - È strage in Giappone.
Un terremoto d'intensità devastante QUANDO LA NATURA SI RIBELLA..
OFFESO IL CREATO DI NOSTRO SIGNORE:Tsunami e crolli, Giappone devastato «300 corpi in spiaggia» - Video|Foto ALLARME INCENDIO IN UNA CENTRALE NUCLEARE Tsunami e crolli, Giappone devastato «300 corpi sulla spiaggia» di Sendai Serie di scosse di terremoto fino a 8.9 gradi.
A Tokyo incendi e feriti.
Centrali nucleari, porti e aeroporto chiusi TOKYO - È strage in Giappone.
Un terremoto d'intensità devastante (8.9 gradi) ha investito venerdì mattina la parte nord-orientale del Paese e dopo uno tsunami di dieci metri si è abbattuto seminando centinaia di morti sulla costa della città di Sendai, il capoluogo della prefettura di Miyagi.
Il sisma è fra i dieci più violenti degli ultimi 150 anni.
Il bilancio ufficiale delle vittime è aggiornato minuto dopo minuto e parla di 288 morti e 349 dispersi.
Una parte delle vittime è rimasta sepolta sotto i crolli, come le cinque persone decedute dalla caduta del tetto di una casa di riposo nella prefettura nordorientale di Fulushima.
Ma la gran parte dei morti, 200 e 300 cadaveri, è stata ritrovata proprio su una spiaggia di Sendai, nell'isola di Honshu, quando l'onda dello tsunami si è ritirata.
Una nave con 100 persone a bordo è stata travolta e la polizia nipponica parla anche di un treno con 100 persone, in servizio sull'area costiera, letteralmente disperso.
Stessa sorte anche per 48, tra le quali 23 studenti, date per disperse dopo l'arrivo dello tsunami nel porto di Ofunato.
  LE COMUNICAZIONI - La situazione è meno grave a Tokyo dove i crolli sono stati limitati ma anche nella capitale si contano i morti.
Molte persone hanno riportato lesioni in seguito al crollo del tetto di una scuola, dove era in corso una cerimonia di consegna dei diplomi alla quale stavano partecipando circa seicento studenti.
Sempre nella capitale è stato chiuso l'aeroporto di Narita.
Uno dei principali aeroporti di Tokyo, quello di Ibaraki che si trova 80 chilometri a nordest della capitale, è stato chiuso a seguito del crollo di un'ampia parte del tetto.
Bloccati i treni-proiettile, chiuse centrali nucleari e raffinerie: in quella di Iichihara, vicino alla capitale nipponica, si è sviluppato un incendio, così come era già avvenuto in porto, dove si erano innescati almeno [...]

Leggi tutto l'articolo