QUATTRO ITALIANI MORTI IN AFGHANISTAN: SAPERE DI TUTTO UN PO'

Oggi quattro italiani del regimento Alpini di Belluno sono morti in Afghanistan, perchè non lo sapremo mai e sopratutto nessuno, tranne i veri responsabili politici, sa perchè siamo lì.
Le informazioni dai Tg televisivi possono raccontarcela in tutte le maniere, anche perchè l'informazione dei media in Italia non mi sembra tanto libera di scrivere e dire ciò che potrebbere essere vero, ma ha tutte le apparenze di interventi politici, i quali invitano a scrivere e far vedere in Tv quello che loro desiderano.
Un quinto è rimasto ferito in un attacco avvenuto oggi nella provincia di Farah, in Afghanistan.
Il militare ferito non versa in pericolo di vita ed è ricoverato presso l’ospedale da campo americano di Delaram.
Con le vittime di questa mattina, sale a 34 il numero dei militari italiani rimasti uccisi in Afghanistan.
L'agguato di oggi è avvenuto  nella provincia di Farah, in Afghanistan.
Nell’esplosione hanno  perso la vita Gianmarco Manca, 32 anni di Alghero, Francesco Vannozzi, 26 anni di Pisa, Sebastiano Ville, 27 anni di Lentini, in provincia di Siracusa, e Marco Pedone, 23 anni di Gagliano del Capo, in provincia di Lecce.
Luca Cornacchia, 38 anni di Pescina, in provincia dell’Aquila, ha riportato ferite a un piede e traumi da esplosione, ma non versa in pericolo di vita.
Questa missione di pace è diventata assurda, riportiamo i nostri a casa e basta!

Leggi tutto l'articolo