Quando l'aula del Parlamento diventa un'Agora

Link originale integrale http://www.swissinfo.ch/ita/prima_pagina/Quando_l_aula_del_parlamento_diventa_un_agora.html?siteSect=106&sid=11026238&cKey=1249201826000&ty=st   Identità svizzera, adesione all'UE, democrazia diretta, crisi: sono stati questi i temi salienti di un dibattito pubblico dei due presidenti delle Camere con i visitatori del Palazzo federale, in occasione delle porte aperte per la festa nazionale.
Reportage.
Quando il 1° agosto alle 09:00 si aprono le porte dell'entrata principale, la gente è già in fila d'attesa.
Persone di tutte le età, provenienti da ogni angolo della Confederazione e dall'estero, penetrano nel palazzo del parlamento svizzero a Berna, portandovi un'insolita animazione.
Ognuno può esplorare l'edificio a suo piacimento, filmare e scattare fotografie.
"È bello essere libero di girare come vuoi.
Ti puoi godere la visita come preferisci.
In un certo senso ti dà delle emozioni, perché ti permette di fare cose che normalmente non potresti fare, come per esempio sederti al posto di un senatore", ci dice Daniele, un turista milanese.
"Però una guida ti può informare su molti aspetti che non conosci", osserva sua moglie Roberta.
................
  Lezioni di democrazia diretta all'UE Un turista tedesco dice che è ora che la Svizzera entri nell'Unione europea (UE) e viene applaudito.
"Effettivamente dobbiamo fare questa riflessione", reagisce Berset.
Il socialista friburghese ritiene che la Svizzera possa essere "un modello per l'Europa".
Ma non deve adagiarsi sugli allori.
"Possiamo migliorare, perfezionarci".
"Anche l'UE deve cambiare.
Mi sento europea, ma il sistema dell'UE non è abbastanza democratico.
Deve evolvere.
Allora la Svizzera aderirà", afferma la presidente della Camera del popolo, rilevando che la democrazia diretta è indissociabile dall'identità elvetica.
La sala applaude.
Anche il presidente della Camera dei Cantoni ritiene "inimmaginabile una Svizzera senza democrazia diretta".
Cosa farà in futuro la Svizzera per evitare di ritrovarsi sotto forte pressione come avvenuto con la diatriba dei paradisi fiscali? "Dobbiamo diventare più mobili e imparare ad anticipare i problemi", risponde Simoneschi Cortesi.
Inoltre "dobbiamo utilizzare al meglio le organizzazioni internazionali di cui siamo membri per spiegare il funzionamento delle istituzioni elvetiche", aggiunge Berset.
Momenti di ammirazione Dopo un'ora, il dibattito si chiude.
Il pubblico applaude calorosamente la prima cittadina della Svizzera e il suo vice, che sono presi d'assalto come grandi star: i [...]

Leggi tutto l'articolo