Quando un genitore non sa dire “No!”.

  Un’estate di fuoco questa.
In tutti i sensi.
Tra alluvioni improvvise, afa alle stelle, tratti di autostrade chiusi per lavori e…ragazzini dai 13 ai 17 anni che muoiono per abuso di alcol e droga.
Di numeri sull’uso di droga ormai siamo tutti ben informati.
Ma la cosa che trovo inaccettabile è il fatto che si venda droga e alcol a questi ragazzini che (sappiamo come gira la giostra) a quell’età si sentono i padroni del mondo.
Ma si sa, quando è troppo, è troppo.
E a volte questo troppo sfocia in conseguenze gravissime e con un morto da piangere.
Una ragazzina di 16 anni trovata morta per una pasticca di ecstasy, una ragazzina tutta piercing sul volto che fa pensare (e non siamo ipocriti) alla fatidica domanda “Ma i genitori non le dicono nulla che va in giro così?”.
Io da madre penserei di aver fallito come genitore.
Non so voi.
Ragazzini in coma etilico all’ospedale perchè ubriacatisi ad una festa in spiaggia alle 4 del mattino.
E anche lì mi faccio la stessa domanda ma ad essa si aggiunge anche “Ma tu genitore riesci a dormire sapendo che tuo figlio è fuori?” Oppure “Ma si può mandare un ragazzino in vacanza solo con gli amici a quell’età?”.
Io purtroppo non so cosa pensare in merito a tutto questo, ma una cosa è certa.
I ragazzini potranno anche dire che i miei genitori siano arretrati a livello di apertura mentale ma sono fiera di essere cresciuta così…di essere cresciuta con l’amore dei miei genitori che automaticamente si è trasformato per amore e rispetto della mia persona e del mio corpo.
Cari genitori, se per una volta dite di no a vostro figlio, non crolla il mondo.
Vostro figlio ha bisogno di voi nell’età dell’adolescenza più che in qualunque altro periodo dell loro vita, perciò abbiate un dialogo con lui e non dimostrategli il vostro amore solo con un qualcosa di materiale.
A volte sono più le cose che gli proibite a fargli sentire tutto il vostro amore e sapete perchè? Perchè si sente protetto.
Per cui vanno bene i “Si!”, ma abbiate il coraggio di dire anche (e soprattutto) “NO!”.
Ogni tanto quella corda va tirata!! -Raffaella

Leggi tutto l'articolo