Quante volte ti ho cercato - Andrea Bocelli

"Quante Volte Ti Ho Cercato" Pomeriggi sorto il sole In bocca tu tenevi un fiore come me Tra un'ora viene il buio Vado a casa che dolore Resta qui con me Io ero il ladro Tu la fata E la vita Una grande nevicata Ma tu hai pianto 'occhi per terra' ti han sgridato tu mi sposi te lo giuro hai giurato un altro lampo c'era la guerra Dio … quante volte ti ho cercata Dio … quante volte ti ho perduta mi sono perso anch'io quanta vita che è passata la notte ti sognavo mi svegliavo non eri tu la vita è solo un sogno è una partenza o un ritorno non lo so tanti anni in un secondo un lampo e tutto torna con lo sconto non lo so treni, aerei in giro per il mondo quante volte si è perduto il mio cuore vagabondo sono stato due tre volte in cielo ho fatto tutto il cielo a piedi lo so che adesso non mi credi però Dio … quante volte ti ho cercata Dio … quante volte ti ho perduta mi sono perso anch'io quanta vita che è passata la notte ti sognavo mi svegliavo non eri tu … Dio … quante volte ti ho cercata Dio … quante volte ti ho perduta mi sono perso anch'io quanta vita che è passata la notte ti sognavo mi svegliavo non eri tu …                           Ogni volta che giungeva il sonno, tu eri li ad affacciarti in un cielo buio e senza stelle, si ti ho cercato, ma sempre inutilmente, non avevi posto per me nella tua vita.
Ora questo tempo che ci ha tenuto lontani, questa vita buttata via alla ricerca del niente, mi ha ha dato la forza di capire che la tua casa non andava bene per me.
Te che non sai sorridere, sempre severa, sempre imbronciata, te che non ti accontenti mai, quel ragazzo che hai lasciato ora è cambiato.
Non voglio un amore per sostituire il tuo, non voglio un letto sconosciuto dove passare le mie notti.
Voglio un amore vero, di quelli che ti fa stare bene, di quelli che non uccidono come hai fatto tu con me.
Fabio    

Leggi tutto l'articolo