Quanto si può risparmiare

  L'autocostruzione per definizione prevede che gli stessi soci autocostruttori (ed i loro familiari) operino in cantiere  e di conseguenza i costi della mano d'opera diminuiscono del 70-80%.
Inoltre, per l'individuazione dei terreni da rendere edificabili  sui quali costruire, vengono coinvolte le Amministrazioni che possono rendere possibile riservare aree per l'autocostruzione ad un prezzo equo.
E' quindi evidente che: la diminuzione drastica del costo della mano d'opera, l'acquisto dei materiali direttamente dai produttori, il controllo diretto dei soci su tutti i costi, la mancanza d'utile d'impresa,  l'acquisizione del terreno a prezzo calmierato, gli oneri finanziari contenuti, l'eliminazione di ogni intermediazione ed un buon rapporto con il sistema bancario erogante (Banca Popolare Etica di Padova) consentono di stimare un abbattimento dei costi complessivi del 50-60% dei prezzi di mercato.
Da non sottovalutare anche il risparmio energetico indotto dalla bioarchitettura (con soluzioni del tipo "casa di classe A+") che si traduce in ridotti costi annui di gestione, proprio in virtu' dei criteri di ecosostenibilita' degli interventi.

Leggi tutto l'articolo