Quattordici mesi al ladro di lamette

(15 ottobre 2009) Quattordici mesi al ladro di lamette Picchiò la guardia giurata di Silvio Marvisi Il fatto risale a ben sette anni fa quando, il primo marzo 2002, un polacco si è trovato faccia a faccia con la guardia giurata del Centro Torri che lo cercava per fargli restituire il mal tolto.
Rintracciato in un negozio al di fuori dell’iper mercato non ci ha pensato due volte e ha cominciato a prendere a pugni il vigilante, al viso e poi al corpo procurandogli diverse contusioni riscontrate poi al pronto soccorso.
Così l’imputazione di furto si è trasformata in rapina aggravata.
Quel giorno lo inseguirono diverse persone mentre stava tentando di svanire nel nulla una volta imboccata la porta del centro commerciale che si affacciava sul cantiere del sottopassaggio che avrebbe portato poi al nuovo Euro Torri.
Un cliente del centro commerciale riesce a raggiungerlo, a fermarlo e ad assicurarlo alla polizia anche se i due complici avvistati fra gli scaffali dell’ipermercato sono riusciti a scomparire come per magia.
Di fatto i tre hanno tentato di rubare 58 confezioni di lamette da barba nascondendole in una scatola di biscotti Doria e facendole passare alla cassa senza dover sborsare altri soldi se non quelli per i soli biscotti.
Valore del bottino 540 euro circa.
Il polacco oggi 33enne è stato condannato oggi per tentata rapina in concorso dal collegio presieduto dal giudice Mariano lo Moro a 1 anno e 2 mesi di reclusione a cui si aggiungono 400 euro di multa.
Il tribunale gli ha però concesso il privilegio dell’indulto e quello della non menzione della pena al casellario penale.

Leggi tutto l'articolo