Quel Sordi che voleva interpretare Duce

(ANSA) – ROMA, 28 GEN – Carlo Verdone, Walter Veltroni, Felice Laudadio sono intervenuti alla Casa del Cinema per la presentazione di un volume pieno di sorprese su Alberto Sordi.
E’ il numero 592 della più antica rivista di cinema italiana, “Bianco e Nero”, edita dal Centro Sperimentale di Cinematografia che dedica una monografia speciale (edita con le Edizioni Sabinae) dedicata al “Sordi segreto”.
Gli strumenti per questo viaggio stanno nel tesoro che l’Albertone nazionale ha messo a disposizione del Centro Sperimentale grazie alla Fondazione Sordi che ha Veltroni per presidente onorario: sono 20.000 oggetti, film, copioni, appunti di lavoro, lettere, materiali filmati e sonori che Sordi raccolse nella sua carriera.
Così emergono inediti e sorprese: come i progetti mai realizzati su un “Trombettiere del Generale Custer”, una mimetica reinterpretazione di Harry Kissinger, una rilettura del “Don Chisciotte” in cui ritagliarsi il ruolo di Sancho Panza a fianco di Vittorio Gassman e un ritratto “da vicino” di Benito Mussolini.