Quel patto di desistenza tra Renzi e Di Maio

Quel patto di desistenza tra Renzi e Di Maio
L'ex premier e il leader grillino hanno, per motivi diversi, tutto l'interesse ad allontanare sia l'ipotesi di voto anticipato sia quella di un governo del Presidente appoggiato dal M5s e dal Pd zingarettiano.



Quello tra Luigi Di Maio e Matteo Renzi passerà alla storia come il primo patto di desistenza della Terza Repubblica. «Io non tratto con Nicola Zingaretti per un governo cinque stelle-Pd», promette il primo. «Io, invece, farò in modo che i miei alla Camera e al Senato si mettano di traverso, se si profila questa ipotesi», garantisce l’altro. E non hanno avuto neppure bisogno di farsi una telefonata, Luigi e Matteo, per stringere un’alleanza molto difensiva rispetto a un’evoluzione del quadro politico che potrebbe spazzarli via.A fare da tramite è stato Vincenzo Spadafora, oggi sottosegretario con delega alle Pari opportunità e ai Giovani e soprattutto consigliere di Di Maio per le nomine, ma in passato cresciuto nella Margheri...

Leggi tutto l'articolo