Quell'Europa dei cattivi trattati che è nata morta.

 Prendiamocela calma.
C'è tutto il tempo per riflettere e 'mettere i puntini sulle i' prima del 'crash down' delle due navi o.n.g.
sul molo di Lampedusa – in perfetta imitazione dell'operato della 'capitana' Carola che non si è curata di schiacciare la motovedetta della Guardia di Finanza pur di portare a termine il suo disegno di favoreggiamento della immigrazione illegale di cui è tuttora imputata.
C'è del metodo in quella sua follia, scriveva Shakespeare di Amleto.
Fortuna che non pilotava una 'grande nave', la capitana coraggiosa, come quella che, a Venezia, ha fatto il botto sulla prima banchina che le è capitata a tiro.E questo vezzo buonista di violare le leggi e i regolamenti di uno stato sovrano e andare a sbattere contro i moli con la motivazione che lo vogliono un preteso 'diritto internazionale' e l'altrettanto preteso 'diritto di salvare vite umane', la dice lunga sulla Babele delle lingue e sulle opposte narrazioni che si fronteggiano, - sostenute e amplif...

Leggi tutto l'articolo