Quetzalcòatl il primo dio del Centro America

 Secondo un mito precolombiano raccolto in messico dal cronista spagnolo del sedicesimo secolo Juan de Torquemada, Quetzalcoatl era  “ un uomo biondo dalla carnagione rubizza e una lunga barba” .
Un altro sosteneva che  “era un hombre blanco” ; un uomo grande, dalla fronte ampia e con due occhi enormi, lunghi capelli e una grande barba tonda: “la barba grande y redonda”.
Un altro ancora lo descriveva come   ….un individuo misterioso….un uomo bianco dalla corporatura robusta, la fronte ampia, con occhi grandi e una barba fluente.
Indossava una lunga veste bianca che gli arrivava fino ai piedi.
Condannava i sacrifici, tranne quelli di frutta e fiori, ed era noto come il dio della pace…Quando veniva interrogato sul tema della guerra, dicono che si turasse le orecchie con le dita   Secondo una tradizione dell’America Centrale davvero straordinaria, questo “saggio istruttore…”   Venne dal mare in una barca che si muoveva da sé, senza pagaie.
Era un uomo bianco, alto e barbuto e insegnò agli uomini a usare il fuoco per cucinar.
Costruì anche case e mostrò alle coppie che potevano vivere insieme come marito e moglie; e poiché a quei tempi la gente litigava spesso, le insegnò a vivere in pace.
  Quetzalcoatl, in alcune parti dell’America Centrale (soprattutto tra i maya quiché) era chiamato Gucumatz.
Altrove , per esempio a Chichén Itzà era noto come Cuculcàn.
Quando queste due parole vennero tradotte, si scoprì che significavano esattamente la stessa cosa: serpente piumato Alcuni miti contenuti negli antichi test religiosi noti con il nome di Libri di Chilam Balam,per esempio riferivano che “ i primi abitanti dello Yucatan furono il Popolo del Serpente .
Erano arrivati da est, dal mare, a bordo di barche insieme al loro capo Itzamana, Serpente dell’Est , un guaritore che sapeva curare con l’imposizione delle mani,e che resuscitava i morti.
Cuculcàn, sosteneva un’altra tradizione “venne con diciannove compagni, di cui due erano dèi dei pesci,altri due dèi dell’agricoltura, e uno dio del tuono…Si fermarono per dieci anni nello Yucatan.
Cuculcàn promulgò sagge leggi, poi salpò e scomparve nella direzione del sol levante.
In merito, Juan de Torquemada annotava la seguente tradizione:   Erano uomini di buon portamento, ben vestiti, avvolti in lunghe tuniche di lino nero, aperte sul davanti e senza cappucci, che lasciavano scoperto il collo, con le maniche corte che non arrivavano al gomito …Questi seguaci di Quetzalcòatl erano uomini molto sapienti e abili artisti in [...]

Leggi tutto l'articolo