Qui!Group, protesta lavoratori a Genova

(ANSA) – GENOVA, 4 MAR – “Se non hai uno stipendio è difficile stare al mondo”: questo è scritto in uno dei tanti cartelli in formato A4 attaccati alle vetrine chiuse del Moody di Genova, l’ultima delle aziende del gruppo di Gregorio Fogliani a aver dovuto abbassare le saracinesche per fallimento.
Stamani si sono dati appuntamento proprio davanti a Moody i lavoratori della Qui!Group per protestare per una situazione sempre più drammatica.
Da settembre 445 dipendenti diretti di cui 365 a Genova sono rimasti senza stipendio e molti di loro sono ancora senza ammortizzatori sociali.
A questi si aggiungono altri 56 lavoratori, ex dipendenti di Moody e di Pasticceria svizzera che non hanno ricevuto lo stipendio di febbraio e rischiano di dover attendere a lungo per recuperare un reddito.
“Quello che speriamo – racconta Greta, che al Moody lavorava da otto anni – è che riescano a pagarci la disoccupazione e che il locale venga venduto a qualche imprenditore”.