Qui il green è già popolare

0131 954778), un 9 buche con doppie partenze realizzato nel 1971 sulle colline del Monferrato fra Alessandria e Valenza, con club house ricavata da un cascinale dei primi dell'800 da cui si gode la vista su Valenza e la Valle del Po, propone la quota promozionale valida per il primo anno di iscrizione a 1.700 euro per il socio golfista, 800 euro per il socio campo pratica.
A 25 km da Torino, ha un percorso di nove buche ideale per i principianti: il socio ordinario paga 1.300 euro, il familiare 950 euro; se si frequenta il circolo solo durante la settimana, si sceglie la formula ordinario feriale a 1.100 euro; per il neofita prima iscrizione (ingresso al campo pratica + 12 green fee 9 buche) la quota è 650 euro.
Qui per tutto il 2011 la quota associativa completa (diritto di entrata al campo pratica e al percorso 7 giorni su 7) costa 1.650 euro; il socio feriale (diritto di entrata al campo pratica sempre e al percorso dal lunedi al venerdi non festivi; sconto del 20% sul green fee del sabato, della domenica e dei giorni festivi e del 50% sul green fee delle gara svolta di sabato) paga 1.050 euro; per il solo campo pratica, l'abbonamento costa 400 euro.
Sarebbe interessante che la gazzetta scrivesse di tutte le possibilità che ci sono per poter giocare senza svenarsi e quali sono i benefici a livello fisico e quindi sanitario che si possono ottenere giocando.
Inoltre andrebbero spronati gli enti pubblici a creare campi pubblici nei parchi già esistenti o in aree dismesse che sono all'interno delle nostre città.
Negli Stati Uniti oltre ai circoli da migliaia di euro ci sono campi pubblici dove con 20 $ si puo' tranquillamente giocare.
Se si è portati con una ventina di lezioni e molta attività di campo pratica si è in grado (dopo aver passato l'esame delle regole)di partecipare alle gare per ottenere l'handicap.
Per quanto riguarda i costi con 250/400 ¬ ci si iscrive ad un campo pratica.
Fonte: www.gazzetta.it

Leggi tutto l'articolo