Quinto Settimio Fiorente Tertulliano Apologetico

  INTRODUZIONE 1.
- Subito dopo la morte di Cristo (avvenuta l'anno 29, 15esimo dell'impero di Tiberio), la sua religione si propagò rapidamente fuori della Giudea, per tutte le parti dell'Impero romano.
L'anno 64, in cui ebbe luogo la famosa persecuzione di Nerone contro i Cristiani, essa aveva da un pezzo, come dice Tacito (Annali 15,44,5), fatto irruzione anche nell'Urbe.
Cristiani esistevano in Roma al tempo di Claudio (41-54), secondo che attesta Svetonio (Claud.
25,2), il quale parla di misure repressive prese da questo imperatore contro di loro; e secondo che attestano gli Atti degli Apostoli (18,2), dove si narra di un incontro di Paolo, nel 52, a Corinto con i Cristiani Aquila e la moglie sua Priscilla, dovuti uscir di Roma in seguito all'editto dell'imperatore.
Inoltre dall'epistola di Paolo ai Romani (15,24), che è del 58, si ricava che da parecchi anni esisteva in Roma una Comunità di Cristiani.
Come questa Comunità sorgesse e per opera di chi, è ignoto.
Quando Paolo venne a Roma nel 61, trovò Cristiani a Pozzuoli, e Cristiani dall'urbe vennero a incontrarlo a Foro Appio (Atti degli Apost.
28,14 seguenti): durante la dimora in Roma di Paolo, venne a stabilirvisi Pietro.
La tradizione congiunse la morte dei due Apostoli durante la persecuzione di Nerone (DUCHESNE, Hist.
ancien.
de l'église, Paris, 1923, 1-64).
Continua ...
Tertulliano - Apologetico.rar

Leggi tutto l'articolo