Quotazione oro ancora in rialzo. E' al top da 2 settimane

Sale la quotazione dell'oro, che ha chiuso in moderato rialzo anche la seduta di oggi.
Il future sul metallo giallo con scadenza dicembre è salito dello 0,5% al Comex, giungendo al valore di 1.262,90 dollari l'oncia.
E' il livello più alto raggiunto da quasi due settimane, come evidenziano i dati della piattaforma Plus 500 per il trading online.
Il dollaro e l'oro A dare una spinta all'oro ci ha pensato l'indebolimento del dollaro, visto che il suo prezzo è denominato proprio in biglietti verdi.
Il Dollar Index, dopo aver raggiunto i massimi da circa otto mesi settimana scorsa, è sceso fino a 97,61, da 97,88 di ieri.
Inoltre un altro fattore di slancio per l'oro è il timore legato ad un’accelerazione dell'inflazione, causata dalla crescita dei prezzi al consumo negli Stati Uniti.
Riguardo i possibili scenari dell'oro nel prossimo futuro, ci sono divergenti vedute.
Tuttavia secondo un’indagine effettuata da Reuters, l'opinione maggiore è che la quotazione tornerà al di sopra di 1.300 dollari l’oncia nel corso del 2017.
Gli esperti che hanno partecipato a questo sondaggio ritengono infatti che un’accelerazione della domanda fisica sarà sufficiente a bilanciare gli ulteriori eventuali rialzi dei tassi da parte della Fed, che probabilmente ci saranno a dicembre.
Secondo le stime medie dell’indagine, entro la fine dell’anno l'oro dovrebbe viaggiare verso i 1.275 dollari l’oncia, ma poi ci sarà un rimbalzo a $1.305 l’oncia nel 2017.
Un'analoga valutazione era stata fatta pochi giorni fa da UBS.
Anche il colosso svizzero infatti ritiene che la quotazione dell'oro si muoverà in due direzioni.
Inizialmente ci sarà una ricaduta dopo il rialzo dei tassi FED, poi la ripresa che potrebbe entro il 2017 portare l'oro oltre i 1300 dollari l'oncia.

Leggi tutto l'articolo