RAI: Prove d'inciucio tra compari di vecchia data

La lettura è tratta dal giornale La Repubblica di oggi, a firma di Marco Bracconi.
E' piuttosto interessante ed evidenzia quanta voglia di inciucio permanga fra la cosiddetta Opposizione di Centrosinistra e l'attuale Governo di Centrodestra.
La vicenda conferma quanto il nostro blog Politica Attiva andava dicendo da mesi: c'è molta voglia di cogestire i gangli dell'informazione, le fonti di consenso e quelle finanziarie, come dimostra l'aumento bipartisan - deciso cioè da tutti, eccetto IdV - dello stipendio dei parlamentari (+ Euro 1135 al mese).
Alla faccia della crisi.
"C'è il "pizzino" incriminato.
C'è il testo vergato di proprio pugno da Nicola Latorre.
E ora c'è una nuova, grossa grana nel partito democratico.
Nella vicenda della commissione di Vigilanza Rai di giochi, trame e "complotti" trasversali si era parlato da subito.
Ma finora eravamo rimasti ai boatos di palazzo e ai sussurri dei media.
Adesso invece, arriva quella striscia di carta sottile.
Che sta a dimostrare che nel Partito democratico c'era qualcuno cui la soluzione Orlando prioprio non piaceva.
O piaceva talmente poco da consigliare in tv, tramite appunto "pizzino", la risposta ad un parlamentare dello schieramento avversario.
I personaggi e gli interpeti.
Intanto Nicola Latorre, vicecapogruppo del Pd al Senato e dalemiano di ferro.
Poi il vicecapogruppo del Pdl alla Camera Italo Bocchino.
E infine capogruppo dell'Italia dei Valori Massimo Donadi.
La scena si svolge negli studi de La7.
La trasmissione è Omnibus.
Il conduttore Antonello Piroso.
Davanti alle telecamere si parla di Rai e della presidenza della Vigilanza.
La soluzione sembra ancora lontana.
Il dipietrista attacca quelli del Pdl.
E insiste sul loro dovere istituzionale di votare un candidato dell'opposizione e scelto dall'opposizione.
In questo caso, come l'Idv ripete da settimane, Leoluca Orlando.
Bocchino, davanti alla verve polemica di Donadi, sembra in difficoltà.
Ed è a questo punto che scatta il "soccorso" di Latorre.
Che almeno ufficialmente sostiene Orlando, ma che in quello studio tv sembra invece più preoccupato di togliere le castagne dal fuoco all'avversario di An (...)."

Leggi tutto l'articolo