RAI: SU TRASMISSIONE SGARBI SI RISCHIA CENSURA PREVENTIVA

da CodaconsLa censura preventiva non piace ai telespettatori e per tale motivo non possiamo che pronunciarci a favore di Vittorio Sgarbi.
Così il Codacons e l' Associazione Utenti Radiotelevisivi intervengono nella querelle tra il noto critico d'arte (la cui trasmissione dovrebbe partire il prossimo 18 maggio) e la Rai.
La richiesta di registrare la prima puntata del programma appare come un intervento che sa di censura preventiva, un trattamento che viene riservato a Sgarbi ma non ad altri conduttori Rai, i quali vanno regolarmente in onda in diretta nonostante le loro trasmissioni generino polemiche ad ogni puntata.

Leggi tutto l'articolo