RANIERI: UN REGISTA IMMENSO-GREGGIO:SALUTA SORDI E TOTÒ

  È immenso il dolore del mondo del cinema, ma non solo, per la morte di Mario Monicelli, suicidatosi ieri alle 21 gettandosi dal quinto piano dell'ospedale San Giovanni a Roma.
Tante le dichiarazioni d'affetto e i ricordi dei personaggi dello spettacolo, della cultura e della poltica.
RANIERI: «REGISTA IMMENSO» «Ho amato molto il cinema meraviglioso di Mario Monicelli, invidiatoci da tutto il mondo: era un immenso regista e uomo di cinema».
Così Massimo Ranieri ricorda il cineasta che si è tolto la vita ieri sera a Roma, al'età di 95 anni.
Ospite di Unomattina per il lancio di Filumena Marturano, in onda stasera su Raiuno in prima serata, Ranieri ha ricordato quanto fosse «'difficile lavorare con Monicelli», poi ha concluso: «È una di quelle persone che non ci lasciano».
GREGGIO: «SALUTACI TOTÒ, MANFREDI E SORDI»  «Mario ci mancherà troppo.
Lo abbiamo provato varie volte: la gente, il pubblico lo adorava.
Io lo veneravo come tante persone che fanno il nostro mestiere.
La sua arguzia, la sua ironia erano uniche».
Sono parole di Ezio Greggio, in questi giorni impegnato con il Monte Carlo Film Festival del quale Mario Monicelli è stato presidente ad honorem del comitato artistico.
«Ci ha dato una grande mano a far decollare il festival -aggiunge Greggio-.
Veniva alle riunioni, alle conferenze, a molte edizioni.
Era il suo modo di ricambiare il grande affetto che avevo per lui.
Non riuscivo a vederlo come una persona normale: quando parlava vedevo i suoi attori sempre attorno a lui.
Deve aver capito che non ce la faceva più a girare film, la cosa più importante della sua vita e ha deciso di uscire di scena con il coraggio che viene a chi è disperato e la dignità di chi sa che non può più sognare e far sognare.
Ciao Mario, salutaci Totò, Sordi e Manfredi».
ZINGARETTI: «GRANDE DOLORE» «Provo un grande dolore.
Non conosco i motivi che lo hanno portato a compiere questo gesto, ma con Mario Monicelli perdiamo non solo uno dei più grandi registi, ma anche un grande italiano che con la sua arte ha portato lustro al nostro Paese.
Voglio esprimere ai familiari le più sentite condoglianze in questo momento di dolore.
Addio Maestro».
Lo afferma in una nota il presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti.
VANZINA: «È USCITO DI SCENA UN UOMO DI CINEMA» «È uscito di scena da uomo di cinema, cioè con un colpo di scena».
Così a CNRmedia il regista Carlo Vanzina ricorda Mario Monicelli.
«Gli ho fatto da aiuto regista in 7 film -racconta Vanzina- quindi per me è un pezzo di vita e [...]

Leggi tutto l'articolo