REFERENDUM: IL DIRITTO DI NON PERDERE IL DIRITTO

REFERENDUM: IL DIRITTO DI NON PERDERE IL DIRITTO IN VERITA' STAMANE AVEVO UN ALTRO ARGOMENTO DA RENDERE PUBBLICO, UNA NUOVA RECENSIONE DI UN LIBRO DAL TITOLO "LA LIBERTA' DEL SERVO".
GLI EVENTI POLITICI DI QUESTI GIORNI, PERO', E LE INTERVISTE DI IERI RILASCIATE SIA DALL'EX CAPO DELLO STATO CHE DAL CAPO DEL GOVERNO PER SOSTENERE LE RAGIONI DI DISERTARE LE URNE CHE SARANNO APERTE PER IL REFERENDUM DOMENICA PROSSIMA, MI HANNO INDOTTO A CONSEGNARE AI LETTORI DEL BLOG QUESTE MIE SERENE RIFLESSIONI.
ANZITUTTO SI DIBATTE SULLA SEGUENTE QUESTIONE: L'ASTENSIONE DAL VOTO E' UN DIRITTO O UN DOVERE ? NON ENTRO NELLA DIATRIBA PARTIGIANA, TANTO NON FAREI CAMBIARE LE POSIZIONI A NESSUNO (SOPRATTUTTO A COLORO CHE CONSIDERANO I CITTADINI DEI SUDDITI).
PONGO, COSI', LA QUESTIONE IN ALTRI TERMINI: A) IL DIRITTO DI ESERCITARE IL VOTO E' STATO UNA CONQUISTA POLITICA DEI CITTADINI AVVENUTA ANCHE A SEGUITO DI LOTTE CRUENTI CONTRO I TITOLARI DEL POTERE DI GOVERNO OPPURE E' UN DIRITTO RICONOSCIUTO FIN DALLE ORIGINI DEGLI AGGREGATI UMANI ? B) UN DIRITTO SI PUO' PERDERE OPPURE UNA VOLTA ACQUISITO LO SI CONSERVERA' PER SEMPRE ? C) I GOVERNANTI "AMANO" I CITTADINI E PERSEGUONO IL BENE DI QUESTI OPPURE AMANO PRIMA DI TUTTO SE STESSI E I PROPRI INTERESSI ? D) IL DIRITTO DI VOTO E' UN POTERE DEI GOVERNANTI OPPURE DEI CITTADINI ? E) E SE E' DEI CITTADINI SI PUO' PENSARE CHE I GOVERNANTI ABBIANO INTERESSE A TOGLIERGLIELO O A DIFENDERLO ? OGNUNO SI DIA LE RISPOSTE, E SE NON E' "COLLUSO" CON I GOVERNANTI, ESERCITI IL DIRITTO DI VOTO, SE NON ALTRO PER SOLIDARIETA' VERSO QUEI CITTADINI CHE VOGLIONO ONORARE LA MEMORIA DI TUTTI COLORO CHE HANNO VERSATO IL PROPRIO SANGUE PER LA CONQUISTA DEL DIRITTO DI VOTO PER DARE PARI DIGNITA' AI CITTADINI RISPETTO AL POTERE.
DOMENICA, PERCIO', TUTTI I CITTADINI DEGNI DI QUESTO STATUS VADANO A VOTARE, NON CURANDOSI DEI "SUDDITI" DEL GOVERNO E DELLE LOBBIES.

Leggi tutto l'articolo