REGIONE, PER LA PRESIDENZA NEL PDL SPUNTA STEFANIA PRESTIGIACOMO

Potrebbe essere Stefania Prestigiacomo l'asso nella manica che Silvio Berlusconi ipotizzerebbe di calare, si apprende in ambienti siciliani del Pdl, nella complessa partita di poker che riguarda la candidatura del centrodestra a Governatore della Sicilia.
Il nome dell'ex ministro per le Pari Opportunità, si sottolinea, sarebbe emerso ieri, nel corso del colloquio a Palazzo Grazioli tra il Cavaliere e Gianfranco Miccichè, che all'uscita ha ribadito la sua intenzione di candidarsi alla Presidenza della Regione nonostante l'accordo raggiunto tra il Pdl e il leader del Mpa Raffaele Lombardo, sostenuto in Sicilia anche dall'Udc.
La candidatura della Prestigiacomo, che già nelle settimane scorse era stata indicata da Miccichè, potrebbe "sparigliare" i giochi, visto che sul nome dell'ex presidente dell'Ars si erano registrati una serie di veti contrapposti, in particolare da parte dell'ex Governatore Salvatore Cuffaro, protagonista di un duro scontro con Miccichè e tra i principale sponsor della candidatura di Lombardo.
La candidatura della Prestigiacomo, infine, si rileva nei medesimi ambienti, costituirebbe una scelta al femminile da contrapporre all'esponente del Pd Anna Finocchiaro, in corsa come rappresentante di tutto il centrosinistra in tandem con Rita Borsellino.
"La soluzione definitiva non c'è ancora.
Oggi ci sono altri incontri, e i colloqui fatti sono stati tutti caratterizzati da un clima costruttivo".
E' Paolo Bonaiuti, portavoce di Silvio Berlusconi, a fare il punto della trattativa.
"Berlusconi - risponde ancora Bonaiuti al cronista - ha preso parte a diversi colloqui, e insiste perchè si arrivi ad una soluzione che abbia il pieno consenso di tutte le parti".
In ambiente Mpa si prendono già le distanze dalla scelta della Prestigiacomo.
"Noi andiamo avanti per la nostra strada - dicono - Prendiamo atto che Forza Italia cambia il suo candidato, ma non cambia il nostro atteggiamento: domenica pomeriggio rilanceremo la candidatura autonomistica di Raffaele Lombardo, a presidente della Regione".
Il leader del Mpa Raffaele Lombardo anche ieri sera, in un'intervista al Tg1, aveva ribadito di essere già in campagna elettorale, dando appuntamento alla convention del movimento che si svolgerà domenica pomeriggio al Palasport di Acireale (Catania) e concludendo l'intervista con un'affermazione secca: "Io non mi ritiro".

Leggi tutto l'articolo